venerdì 31 marzo 2006

Encription from intergalactic radio signals

Una curiosa e affascinante notizia e' apparsa sul New Scientist Tech:

"Intergalactic radio signals from quasars could emerge as an exotic but effective new tool for securing terrestrial communications against eavesdropping..."

Altro che pgp/gpg, con questa idea sarebbe possibile crittografare con sicurezza tutte le nostre comunicazioni.

Ma come fa notare l'articolo, i segnali radio delle quasar sono del tutto casuali (o meglio non predicibili con le nostre conoscenze), quindi per ora questa forma di crittografia e' difficile da sfruttare.

Aspettiamo la nave di vulcano...:-)  (l'ultima e' rivolta a chi sa)


Leggi l'articolo intero 


Ciao Piero

2 commenti:

  1. una precisazione:
    il fatto che i segnali siano del tutto casuali è proprio il motivo per cui possono tornare utili alla crittografia, quello che si dice nell'articolo è che di metodi per ottenere numeri casuali ne abbiamo già molti ed aggiungerne uno nuovo non è poi così utile.

    RispondiElimina
  2. piero.bozzolo7 aprile 2006 23:17

    Eh eh hai ragione... ho letto l'articolo di fretta!
    Grazie della precisazione!

    RispondiElimina